Dal 11 Gennaio 2023 al 27 Febbraio 2023

H-Point

Candidature aperte per la call 2023 di Hangar Point!

Call
H-Point

11

Evento organizzato da

Evento organizzato da

Hangar Piemonte

Hangar Piemonte

Hangar Piemonte

Apre oggi, mercoledì 11 gennaio 2023, la nuova call di Hangar Point, il percorso di accompagnamento  rivolto alle realtà che manifestano un’attitudine al cambiamento e riconoscono nella cultura una leva privilegiata per la trasformazione di spazi e luoghi del proprio territorio.  La call resterà aperta fino alle ore 24 del 27 febbraio. 

Tra le linee di intervento di Hangar Piemonte, agenzia per le trasformazioni culturali nata nel 2014 per impulso dell’Assessorato alla Cultura, Turismo e Commercio della Regione Piemonte e realizzata dalla Fondazione Piemonte dal Vivo, la call 2023 si concentra sull’accompagnamento di progetti dedicati alla trasformazione di luoghi e spazi attraverso azioni culturali

Al lavoro sulle hard skills portato avanti in questi anni con esperti in consulenza aziendale e organizzativa, project management, sviluppo sostenibile, fundraising, comunicazione strategica e trasformazione digitale, si aggiunge un approfondimento sulle soft skills con l’integrazione di momenti di riflessione e confronto sullo scenario culturale che si vuole perseguire attraverso un percorso di accompagnamento alla trasformazione culturale, esperienze ludiche e estetiche volte alla creazione di un ambiente creativo, collaborativo e portatore di benessere personale e collettivo.  

Ma cosa significa in pratica? 

Le realtà pubbliche e private attive in Piemonte in ambito culturale, sociale, educativo, assistenziale ed ambientale sono invitate a presentare un progetto con cui un luogo o uno spazio viene trasformato attraverso azioni e attività culturali capaci di coinvolgere la comunità e numerosi dei suoi stakeholders, come di creare delle reti anche con soggetti di natura differente dalla propria.  

Elementi cardine del progetto sono dunque: le azioni culturali, gli spazi e i luoghi che vengono trasformati da esse, le reti che queste azioni sanno generare e gli ecosistemi cui sanno attingere.   

 I progetti dovranno avere l’obiettivo di un impatto significativo in termini di welfare territoriale anche attraverso la promozione di azioni di sostenibilità sociale, ambientale ed economico-finanziaria, ed attraverso la valorizzazione del tessuto produttivo locale e delle reti di soggetti pubblici e privati attivi sul territorio, con particolare attenzione alle realtà giovanili.  

Tra i candidati alla call di Hangar Point verranno selezionati un massimo di 8 progetti provenienti dal territorio piemontese a cui si offre un percorso di affiancamento della durata massima di 18 mesi modulato in base alle specifiche esigenze di ciascun soggetto.   

Le progettualità selezionate saranno seguite da un team interdisciplinare di esperti e di artisti con un programma di incontri periodici, in presenza ed in remoto, che alternano sessioni di tipo formativo, consulenziale e laboratoriale, per un impegno massimo di circa 2 incontri mensili (nei primi sei mesi) a seguito dei quali per ognuna delle realtà verrà costruito un percorso di accompagnamento su misura che si svolgerà nei restanti 12 mesi. 

 Chi può partecipare? 

Gli enti proponenti, che applicano alla call soli o in sinergia e rete con altri soggetti, possono essere:  

• Gli Enti del Terzo Settore ai sensi del Codice del Terzo Settore (D. Lgs. 3 luglio 2017 n. 117), iscritti o non ancora iscritti al RUNTS;  

• Gli Enti pubblici (economici e non economici, territoriali, ecc.) e gli organismi di diritto pubblico  

• le scuole di ogni ordine e grado;  

• le imprese sociali iscritte all’apposita sezione del registro delle imprese;  

• le start up innovative a vocazione sociale iscritte all’apposita sezione del registro delle imprese.  
 

I requisiti obbligatori sono di:  

• essere senza fini di lucro;  

• essere legalmente costituite da almeno 6 mesi al momento della presentazione della domanda;  

• avere sede sul territorio piemontese;  

• dimostrare formalmente di avere nella propria disponibilità di utilizzo e/o gestione i luoghi e gli spazi oggetto del progetto di trasformazione  

• avere l’ultimo bilancio consuntivo approvato (o il bilancio preventivo per le organizzazioni costituite nell’anno di pubblicazione della Call)  

Novità di quest’anno, è la possibilità per le realtà che hanno già partecipato a precedenti edizioni della call Point di applicare nuovamente. 


Come candidarsi? 

La candidatura, completa di tutti i documenti richiesti e firmata dal legale rappresentante, deve essere obbligatoriamente inviata entro e non oltre il 27 febbraio 2023 alle ore 24.00 pena esclusione per via telematica, tramite PEC, all’indirizzo di posta elettronica certificata hangarpiemonte@pec.it

Nella mail dovrà essere riportato come oggetto “CALL HANGAR POINT 2023”.  

Gli allegati 1 e 2 e il bando completo della call da consultare per candidarsi sono scaricabili da questo articolo. 

Ne parleremo anche in un webinar di presentazione dedicato che si terrà venerdì 20 gennaio, dalle 11 alle 13 circa, in cui spiegheremo tutti i passaggi e sarà possibile eliminare ogni dubbio dialogando con tutto il team. È possibile iscriversi da questo link: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-tutto-quello-che-ce-da-sapere-sulla-call-di-hangar-point-2023-510815923177 

Importante: il link Zoom per accedere al webinar sarà inviato solo dopo essersi iscritti tramite Eventbrite e a volte le mail di conferma e reminder con il link finiscono nelle cartelle Spam e Promozioni della posta elettronica. Controllate bene la vostra mail! 

Presenteremo tutte le novità del progetto anche in una conferenza stampa prevista per mercoledì 25 gennaio, dalle 11 alle 12.30, presso Toolbox in via Agostino da Montefeltro 2. 

Le realtà interessate alla call potranno inoltre mettersi in contatto con il team di Hangar per avere maggiori chiarimenti prenotando dei momenti one to one con la direzione o uno degli esperti scrivendo a segreteria@hangarpiemonte.it 

Domande frequenti

Lo spazio deve essere di proprietà dell’ente?   

Lo spazio può essere di proprietà, a quel punto non devi dimostrare di avere la disponibilità se è tuo, invece per chi vuole candidare spazi di cui NON ha la proprietà, allora è necessario dimostrare di averne la disponibilità per le finalità del progetto. 

Sarebbe possibile avere maggiori dettagli riguardo la costruzione del budget? (importo min e max, tasso di cofinanziamento, valorizzazione del volontariato, etc.) 

Non viene fornito un modello preciso ma le informazioni sul budget servono a capire la concretezza e possibilità del progetto. Il budget fa parte del percorso di valutazione la disponibilità di un progetto ma non è una causa di esclusione. 

È possibile partecipare anche per una Fondazione che lavora nell’ambito del Terzo Settore ma non si iscriverà al RUNTS?  

Sì, non c’è la necessità di iscrizione al RUNTS per partecipare.  

Lo spazio può essere in comodato d’uso? 

Sì, è una delle forme previste per partecipare. 

 Gli spazi possono essere diffusi? 

Sì può essere anche un complesso di spazi purché siano esistenti, identificati e identificabili. 

I soggetti candidati dove devono avere la sede? 

I soggetti candidati devono avere sede sul territorio regionale, intendendosi con “sede” almeno una sede operativa o lo spazio oggetto dell’intervento progettuale.

Quante persone del team devono essere presenti agli incontri? 

per quanto riguarda il numero di partecipanti da coinvolgere in realtà non abbiamo stabilito un numero preciso. Qui però alcuni dettagli che spero possano aiutare: 

  • il gruppo può essere composto anche da persone del network e non del singolo Ente proponente 
  • in generale il gruppo dovrebbe essere ragionevolmente stabile e non troppo numeroso per la difficoltà poi di coordinarsi e di lavorare effettivamente. L’ideale solitamente è non sotto i 3 e non troppo sopra i 5 

Condividi

Altri eventi dell'agenda