7 Maggio 2024

Diversity Manager, guida del cambiamento nelle istituzioni culturali

Articolo scritto da

Articolo scritto da

Hangar Piemonte

Hangar Piemonte

Hangar Piemonte

“La gestione della diversità è il processo attivo e consapevole di uno sviluppo prospettico, orientato ai valori, strategici e comunicativi, di accettazione delle differenze e di utilizzo di alcune differenze e somiglianze come potenziale dell’organizzazione; un processo che crea valore per l’azienda.”

Questa è la definizione che l’Unione Europea dà della gestione della diversità. Un processo riconosciuto sempre in misura maggiore come centrale e strategico all’interno di qualsiasi organizzazione, sia essa improntata al profitto o meno. La creazione di una figura specifica, il/la Diversity Manager, che si fa carico di un’istanza comune di inclusione all’interno di un’impresa o di un’istituzione culturale, inizia a diffondersi in contesto internazionale con alcuni esempi virtuosi provenienti dall’Inghilterra e dagli Stati Uniti. Di questo ci parla Marco Luchetti, dottorando in studi sull’accessibilità, nel nuovo articolo pubblicato in collaborazione con Letture Lente/AgCult.

Il contributo è scelto da Stefania di Paolo per approfondire il tema al centro della sua curatela per H-Think: l’Accessibilità.

Leggi l’articolo completo cliccando qui.

L’autore

Marco Luchetti frequenta un Dottorato di Ricerca presso l’Università di Macerata dove si sta specializzando in studi sull’accessibilità. È Academic Fellow e Junior Researcher presso l’Arts and Culture Knowledge Center dell’Università Bocconi. Oltre ai suoi impegni accademici, lavora come consulente per diverse prestigiose istituzioni culturali italiane.

Condividi